domenica 15 febbraio 2015

Effetti di una dieta restrittiva sul metabolismo del triptofano in adulti sovrappeso

La limitazione calorica per la perdita di peso riduce il triptofano e potrebbe avere effetti sulla sintesi di serotonina

dieta_umore

Dati recenti suggeriscono che l'infiammazione cronica di basso grado, caratteristica dell’obesità, è associata a metabolismo alterato del triptofano (Trp) e della tirosina (Tyr) e svolge un ruolo nei sintomi neuropsichiatrici. Il presente studio ha valutato l'effetto di una dieta estrema a breve termine sui markers infiammatori in adulti in sovrappeso.

Trentotto partecipanti in sovrappeso (16 donne, 22 uomini, indice medio di massa corporea: 29 kg / m (2), età media 52,8 anni) sono stati randomizzati in due gruppi: un gruppo con kcal molto basse (VLCD; Ø 600 kcal / giorno, n = 21) e un gruppo dieta a basso contenuto calorico (LCD; Ø 1.200 kcal / giorno, n = 17). La perdita di peso ha ridotto i livelli di leptina in entrambi i gruppi del 46%. Trp e Kinurenina sono notevolmente diminuite del 21 e del 16% con VLCD e del 15 e del 17% per il gruppo LCD, rispettivamente.

Una significativa riduzione di fenilalanina è stata osservata solo dopo VLCD. I biomarcatori infiammatori, neopterina, e Tyr non sono stati significativamente modificati durante il periodo di studio. La leptina era significativamente correlata con la riduzione di Trp dopo l'intervento (P <0.02).

Poiché un alterato metabolismo di Trp influenza la biosintesi di serotonina e potrebbe essere associato ad un aumento della suscettibilità per i disturbi dell'umore e con il desiderio di carboidrati, le strategie per integrare Trp nella dieta potrebbe essere molto utile nel trattamento dell’ aumento di peso o nella prevenzione dei sintomi neuropsichiatrici.

Author:Strasser B, Berger K, Fuchs D.

Source:Eur J Nutr. 2015 Feb;54(1):101-7

Image Gallery

Dieta_umore